7 Cose che Devi Sapere sull’Assicurazione Sanitaria Tedesca

Assicurazione sanitaria tedesca
Se decidi di trasferirti in Germania, devi occuparti della tua copertura sanitaria. Scopri qui 7 cose che devi assolutamente sapere sull'assicurazione sanitaria tedesca.
Condividi con i tuoi amici
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Tabella dei Contenuti

Chiara, mia figlia è a fare un erasmus in Germania e le hanno chiesto l’assicurazione sanitaria. Ma non basta quella italiana? Come funziona l’assicurazione sanitaria in Germania?

Questa è una domanda che tempo fa mi ha rivolto una mamma tramite il mio sito web. E nel seguente video le ho risposto, elencando 7 cose che devi assolutamente sapere sull’assicurazione sanitaria tedesca.

I gusti però non sono tutti uguali. E quindi ho fatto anche una puntata del mio podcast in merito.

E siccome so che tra i miei lettori c’è anche chi legge volentieri, oggi ho deciso di scrivere questo articolo.

Qui di seguito, quindi, vedremo quali sono le 7 cose che, se stai pensando di trasferirti in Germania, devi assolutamente sapere sull’assicurazione sanitaria tedesca.

Sei pronto? Si parte!

 

In Germania è assolutamente obbligatorio avere un’assicurazione sanitaria

In Germania, a partire dal 2009 è obbligatorio, per ogni cittadino e persona residente, avere un’assicurazione sanitaria, pubblica o privata. 

Ciò è stato fatto perché, prima di quella data, c’erano tantissime persone, soprattutto lavoratori autonomi, che non mettevano da parte dei soldi nel caso in cui si ammalassero. E quindi, poi, nel momento del bisogno, si ritrovavano a doversi far pagare tutto dallo Stato.

Lo Stato tedesco ha quindi cercato di mettere un freno a questa situazione introducendo l’obbligo di avere un’assicurazione sanitaria, anche se sei disoccupato. Come funziona? Continua a leggermi e ti spiegherò tutto.

 

Esistono assicurazioni sanitarie pubbliche e assicurazioni private. E un corrispondente delle ASL in Germania non esiste.

Come già dicevo nel punto precedente, in Germania esistono sia assicurazioni sanitarie pubbliche sia assicurazioni sanitarie private. 

Infatti, a differenza dell’Italia, il sistema sanitario non è centralizzato. Quindi, siccome non esiste un corrispondente delle ASL italiane, sei tu che devi sceglierti un ente assicurativo e stipulare un contratto di assicurazione.

Come scegliere un’assicurazione sanitaria? Per scegliere un’assicurazione sanitaria in Germania bisogna considerare i seguenti criteri:

  1. il tuo reddito;
  2. la tua età;
  3. il tuo stato di salute.

Se uno è giovane e sta bene di salute, solitamente conviene di più l’assicurazione sanitaria privata. Mentre se uno ha già alle spalle delle malattie più o meno gravi, di solito è meglio avere un’assicurazione sanitaria pubblica.

Un’assicurazione privata, infatti, tiene in considerazione dei fattori come il tuo stato di salute o la tua età, mentre invece un ente pubblico come la TKK o la AOK considera solamente il tuo reddito. Cioè: un ente pubblico non ti chiederà mai quali malattie hai avuto, ma la tariffa sarà proporzionale a quanto guadagni.

 

Se sei disoccupato, metà dell’importo dell’assicurazione sanitaria viene pagata dalla Bundesagentur für Arbeit (=Arbeitsamt).

Siccome (come abbiamo detto al punto 1) in Germania è obbligatorio avere un’assicurazione sanitaria, anche se sei disoccupato devi continuare a pagarla. Quindi, in questo caso, metà dell’importo ti viene pagato dall’ufficio di collocamento tedesco, generalmente noto come Arbeitsamt (nome ufficiale: Bundesagentur für Arbeit).

Ci sono però due casi dove devi pagarti tutto da solo. Ovvero:

  1. sei un lavoratore autonomo;
  2. hai un Minijob.

I primi, infatti, sono capi di sé stessi e quindi non hanno nessuno con cui condividere la somma. Nel caso dei Minijob invece, siccome sono lavori nei quali puoi guadagnare fino a 450 EUR. E quindi?

Mentre nel caso di un lavoro “tradizionale”, il datore di lavoro paga i contributi sociali, ovvero:

  1. metà dell’assicurazione sanitaria;
  2. la pensione;
  3. l’indennità di disoccupazione;
  4. la Pflegeversicherung (= un’aggiunta all’assicurazione sanitaria per il caso in cui tu diventi un caso lungodegente in ospedale o non autosufficiente),

nel caso di un Minijob, il datore di lavoro non paga i contributi. E quindi sei tu che devi pagarti tutto da solo.

 

L’assicurazione sanitaria italiana ti serve solamente per i casi di emergenza

“Ma a me basta l’assicurazione italiana! In fondo è valida anche in Germania!”. Queste sono frasi che sento spesso da parte di italiani in Germania. E non solo da coloro che sono appena arrivati.

Quello che però non sanno è che l’assicurazione sanitaria italiana è valida SOLAMENTE per le emergenze. Quindi, se sei qui da diverso tempo e non hai ancora un’assicurazione sanitaria tedesca, corri subito a farla. Perché se vai in ospedale poi devi pagarti tutto tu da solo.

 

Gli studenti erasmus rimangono assicurati in Italia, ma devono farsi validare la loro tessera sanitaria da un ente assicurativo tedesco

Gli studenti universitari che arrivano in Germania tramite il progetto Erasmus sono assicurati in Italia. Quindi NON devono stipulare un’assicurazione sanitaria tedesca. Ma a tutto questo c’è un però…

Quale? Quando arrivi in Germania da studente erasmus, per poter iscriverti all’università tedesca devi avere un foglio che attesti la validità della tua assicurazione sanitaria.

E quindi, devi andare presso l’AOK o la TKK con la loro tessera sanitaria italiana e farsi fare un foglio nel quale viene confermata la validità dell’assicurazione sanitaria. E poi lo portano in segreteria studenti, dove ultimeranno la loro iscrizione come studenti erasmus.

P.S. Vuoi ulteriori informazioni sull’Erasmus in Germania? Leggi la mia esperienza!

 

La tessera sanitaria italiana in Germania (o più in generale all’estero) ha una validità di un anno.

Anche se sulla tua tessera sanitaria non c’è una data di scadenza, al di fuori dell’Italia la tessera sanitaria italiana non è valida all’infinito. Infatti, se sei all’estero, la tessera TEAM è valida per 12 mesi. Oltre quella data devi farti un’assicurazione sanitaria nel tuo nuovo Paese di residenza.

E come mai proprio 1 anno? Risposta: perché devi iscriverti all’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (AIRE) e comunicare il cambio di residenza in un Paese straniero solamente se sei all’estero per più di 12 mesi.

Nel momento in cui tu fai la registrazione all’AIRE, la tua tessera sanitaria italiana perde validità.

 

Se vai dal medico o in ospedale con la tessera sanitaria italiana, riceverai a casa tua la fattura come se fossi andato con un’assicurazione privata.

Veniamo quindi all’ultimo punto importante e che poche delle persone che arrivano fresche in Germania non conoscono…

Se in Germania e vai dal medico o in ospedale con la tua tessera sanitaria italiana, riceverai a casa tua la fattura, come se fossi andato con un’assicurazione sanitaria privata. Quindi dovrai prima saldare tu il conto e poi girare il tutto alla tua ASL in Italia e farti rimborsare.

Ma questo, come abbiamo visto nel punto 4, vale solo nelle emergenze.

Leggi anche: Quanto costa partorire in Germania?

 

Conclusione

Siamo arrivati alla conclusione di questo articolo nel quale abbiamo visto le 7 cose più importanti che devi sapere sull’assicurazione sanitaria tedesca.

Hai ancora domande in merito? Allora entra nel mio gruppo, Vita in Germania e Lingua Tedesca | Chiara Scanavino! Siamo un gruppo di oltre 2.500 italiani in Germania e in Italia che sono interessati alla vita in Germania o imparano la lingua tedesca e risponderemo a tutte le tue domande nel modo più preciso possibile.

Ti aspetto!

82 / 100
Cerca
Ti è piaciuto questo articolo? Ringrazia Chiara e offrile un caffé
Potrebbe interessarti anche...
Chi sono
Collaborazioni

Recentemente ho iniziato a collaborare con il blog Donne che Emigrano all’estero in qualità di Resident Editor.

Vai Agli Articoli

Ti è piaciuto questo articolo? Ringrazia Chiara e offrile un caffé

Hai delle domande o delle proposte?
small_c_popup.png
Webinar LIVE GRATIS: "4 Errori da Principianti nello Studio del Tedesco"

“La grammatica la conosco, ma quando i miei colleghi, i miei capi, i pazienti o la gente parla non capisco e non riesco a farmi capire”. Questa è una delle frasi che sento spesso dire dai miei potenziali clienti.

Per questo ho deciso di fare un webinar LIVE GRATUITO nel quale imparerai:

✅ Come imparare il tedesco così come realmente parlato;
✅ Come integrarsi in Germania;
✅ I 4 errori commessi dai principianti nello studio del tedesco.

Iscriviti ORA. È GRATIS!

Per tua informazione: odio la spam! Per questo non invio spam e ti garantisco la possibilità di disiscriverti in qualsiasi momento con un solo click. Riceverai tutte le informazioni riguardanti il webinar e riceverai la mia newsletter riguardante la lingua tedesca e la vita in Germania, esercizi per il tuo livello e offerte. Ulteriori informazioni riguardanti la privacy sono disponibili qui: Privacy PolicySigla Editoriale