Imparare il tedesco: alcuni consigli pratici

imparare il tedesco
Chiara, mi daresti dei consigli su come imparare il tedesco? Che sia via mail o in chat su Facebook, questa è una delle domande che spesso mi vengono poste dai lettori del mio blog. Attraverso il seguente articolo ho quindi deciso di rispondere a questa e altre domande simili che mi vengono fatte.
Condividi con i tuoi amici
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Tabella dei Contenuti

Bonn, 06.12.2019

 

Chiara, mi daresti dei consigli su come imparare il tedesco?

Che sia via mail o in chat su Facebook, questa è una delle domande che spesso mi vengono poste dai lettori del mio blog.

Attraverso il seguente articolo ho quindi deciso di rispondere a questa e altre domande simili che mi vengono fatte.

 

Qui di seguito risponderò quindi alle seguenti domande:

1. Perché dovresti studiare tedesco anche se non vuoi trasferirti in Germania?
2. Quanto ci vuole per studiare tedesco?
3. Perché non ha senso la domanda “mi dai dei consigli per imparare il tedesco?” senza dire da dove parti e quale obiettivo vuoi raggiungere?
4. Qual è il modo migliore per studiare tedesco?

P.S. Il presente articolo trae spunto dalla Live che ho fatto in data 02.12.2019 nel mio gruppo “Vita in Germania e Lingua Tedesca | Chiara Scanavino”. Vuoi vederla? La trovi qui.

Ma ora bando alle ciance e cominciamo… Sei pronto? Si parte!

 

Perché dovrei studiare tedesco se non voglio trasferirmi in Germania (o altri Paesi di lingua tedesca)?

Prima di entrare più nel dettaglio dell’articolo, cerchiamo qui di rispondere a chi non è ancora convinto che la lingua tedesca sia per lui…

 

Magari tu non intendi trasferirti in Germania e quindi potresti chiederti:

perché dovrei studiare tedesco se non voglio trasferirmi in Germania (o altri Paesi di lingua tedesca)?

 

Come scriveva Ulrich Ammon in uno dei suoi ultimi libri, è bene distinguere tra i motivi per cui studi una lingua (Beweggründe) e ciò che ti ha spinto a studiare quella lingua (Ursache).

Da ciò ne consegue che dire di voler studiare tedesco perché questo è quello che ti offre l’ambiente in cui vivi è molto diverso dal dire che lo studi perché vuoi trasferirti in Germania, Austria o Svizzera.

Nel primo caso, infatti, si tratta di una causa (Ursache), mentre nel secondo di un motivo d’integrazione (integratives Motiv).

 

Secondo Ammon ci sono quindi diversi tipi di motivi (o Beweggründe), ovvero:

  • Motivo strumentale (es. per lavorare o studiare in Germania, Austria o Svizzera);
  • Motivo d’integrazione (es. per trasferirsi in Germania, Austria o Svizzera);
  • Motivo identificativo (es. uno o entrambi i genitori sono tedeschi, austriaci o svizzeri);
  • Motivo culturale (es. per amore della cultura tedesca);
  • Motivo di prestazione (= consideri il tedesco una sfida personale).

 

L’intensità con cui agiscono i motivi qui sopra elencati determinano quindi la riuscita e la velocità con cui si impara una lingua. Ma questa è un’altra storia che verrà approfondita nel presente paragrafo.

 

Probabilmente, se stai leggendo questo articolo o non hai ancora iniziato a studiare tedesco oppure hai iniziato da poco. Quindi, può essere che tu sia ancora alla ricerca di quel motivo forte che ti spinge a studiare tedesco oppure che tu abbia bisogno di motivi in più per essere sicuro di aver fatto la scelta giusta.

 

Rispondiamo quindi alla domanda iniziale. Perché dovrei studiare tedesco se non voglio trasferirmi in Germania (o altri Paesi di lingua tedesca)?

 

Soprattutto se sei un infermiere, un medico o un ingegnere, studiare tedesco è importante perché:

1. Questi lavori sono particolarmente richiesti dal mercato del lavoro tedesco e quindi si hanno maggiori opportunità lavorative;
2. Specialmente nel nord Italia ci sono diversi contatti commerciali con le aziende tedesche;
3. Se vuoi trasferirti in Germania, parlare il tedesco è essenziale per integrarti;
4. In un mondo in cui più o meno tutti masticano un po’ di inglese, parlare il tedesco è visto come una marcia in più nel mondo del lavoro.

 

A ciò vanno ovviamente aggiunti tutti i motivi personali, come l’avere un partner tedesco oppure l’amore per la lingua / cultura / paesaggi tedeschi.

 

Forse ora però ti chiederai: Chiara, ma perché prima parlavi in particolare degli ingegneri, dei medici e degli infermieri?

Devi sapere che queste sono in assoluto le figure lavorative più ricercate dal mercato del lavoro tedesco. Al contrario dell’Italia, infatti, in Germania c’è una mancanza di forza lavoro specializzata. Ma oltre a questo c’è anche un altro problema.

 

Quale? Che la popolazione tedesca invecchia sempre di più e quindi gli infermieri (che per gli standard della popolazione locale sono pagati poco, ma che guadagnano comunque più che in Italia) sono sempre più richiesti.

 

Bene. Ora che abbiamo chiarito per quali motivi dovresti studiare tedesco anche se non vuoi trasferirti in Germania, rispondiamo ora alla domanda:

 

 

Quanto ci vuole per imparare il tedesco?

Anche se questa è una domanda che interessa un po’ tutti soprattutto all’inizio, la verità è che non esiste una risposta universale.

 

Perché? Perché, inevitabilmente, il tempo che ti serve per imparare il tedesco (come qualsiasi altra cosa) dipende soprattutto dalle tue capacità. E quindi c’è chi ci mette di più e chi ci mette di meno.

 

Ma le capacità personali sono solo uno dei fattori che influiscono sull’apprendimento del tedesco. Infatti, oltre alle capacità personali bisogna anche considerare:

 

1. L’età;
2. Le proprie conoscenze pregresse;
3. L’obiettivo che si vuole raggiungere.

 

È infatti risaputo che prima si impara una lingua e meno fatica si fa… Infatti, come sostiene anche Anna De Marco nella sua Introduzione alla Glottodidattica, l’apprendimento di una lingua avviene con più facilità entro i primi 12 anni di vita.

 

Come mai? Perché prima dei 12 anni non si è ancora completata la lateralizzazione del cervello. Ciò significa quindi che i bambini utilizzano in modo abbastanza indistinto l’emisfero destro e l’emisfero sinistro del cervello. Ed è soprattutto per questo motivo che i bambini confondono spesso la destra con la sinistra.

 

Tuttavia, anche se i bambini hanno un indubbio vantaggio nell’apprendimento di una lingua, non bisogna pensare che le donne siano più avvantaggiate nell’imparare le lingue…

 

Sicuramente è vero che – all’università – la facoltà di lingue è frequentata soprattutto da donne. E anche in molti corsi di lingua al di fuori dell’ambiente accademico ci sono molte donne.

 

Ma l’apprendimento di una lingua è assolutamente indipendente dal proprio sesso… Tradzionalmente, infatti, l’apprendimento delle lingue è stato affidato alle donne perché trascorrevano più tempo in casa e si prendevano cura dei figli, insegnandogli quindi anche a parlare. Ma gli uomini hanno le stesse possibilità di imparare una lingua (straniera e non).

 

Come dicevo però anche nell’articolo “Studiare tedesco è difficile? Ecco la mia opinione”, imparare una lingua è facile o difficile a seconda di ciò che si sa già…

 

Prendiamo il caso del cinese. Se sei europeo, per te sarà molto più difficile imparare il cinese. Al contrario, se sei un giapponese o un coreano sarà più semplice. Perché? Perché il giapponese o il coreano sono molto più simili al cinese. Lo stesso discorso vale anche per il tedesco. (Studiare tedesco è difficile? Ecco la mia opinione)

L’apprendimento delle lingue non dipende però solo dalla tua madrelingua, ma anche e soprattutto dalle altre lingue straniere che hai imparato durante il corso della tua vita… Perché? Perché come dimostrato da alcuni studi, gli errori che si commettono mentre si impara una lingua dipendono soprattutto dall’interferenza delle lingue imparate successivamente alla lingua madre.

 

È quindi per questo motivo che uno studente di tedesco come lingua straniera tenderà a dire es macht keinen Sinn anziché (come sarebbe corretto) es hat keinen Sinn per indicare che qualcosa non ha senso. Infatti, anche se l’espressione es macht keinen Sinn viene utilizzata anche da tanti madrelingua, tale forma non viene consigliata dal Duden perché si tratta di un calco dell’inglese it doesn’t make any sense.

Chiara, fin qui tutto ok. Ma ci sono altri fattori che incidono sull’apprendimento di una lingua?

Assolutamente si. Infatti, come dicevo anche nel mio articolo “Studiare tedesco è difficile? Ecco la mia opinione”, l’apprendimento di una lingua dipende anche da fattori come:

1. L’atteggiamento verso una nuova lingua o cultura;
2. L’autostima;
3. La paura del giudizio da parte degli insegnanti e/o altri studenti (filtro emotivo).

 

Ma c’è anche un ultimo fattore che incide sull’apprendimento delle lingue. Quale? L’obiettivo che si vuole raggiungere. Perché se sai quale obiettivo vuoi raggiungere, farai di tutto per raggiungerlo. Ma degli obiettivi ne parleremo più avanti nell’articolo.

 

A questo punto non resta che rispondere alla domanda con cui abbiamo iniziato il paragrafo, ovvero:

 

Quanto ci vuole per imparare il tedesco?

 

La risposta a questa domanda è dipende. In base alla mia esperienza posso però dirti che con 4 ore di studio a settimana sei perfettamente in grado, nel giro di 1 anno, di apprendere gli 800 vocaboli richiesti per il raggiungimento del livello A1 del QCER.

 

Ciò significa quindi che, dopo un anno di studio, sei in grado di comprendere conversazioni molto semplici nelle quali il tuo partner madrelingua parla molto lentamente.

E questo, soprattutto per chi ha appena iniziato a studiare, non è così poco…

 

Concentriamoci però ora sugli obiettivi e rispondiamo alla seguente domanda:

 

 

Perché non ha senso la domanda “mi dai dei consigli per studiare tedesco?” senza dire da dove parti e qual è il tuo obiettivo?

 

 

Nel primo paragrafo di questo articolo abbiamo visto che ci sono diversi tipi di motivazioni per studiare tedesco o qualsiasi altra lingua.

 

Le motivazioni non sono però qualcosa di astratto. Infatti, a ciascuna motivazione corrisponde un obiettivo che ci si prefissa.

 

E quindi? Quindi lo studio del tedesco (come quello di qualsiasi altra lingua) è un percorso vero e proprio. E, come ogni percorso, ti cambia profondamente anche a livello umano.

 

Come ogni percorso, inoltre, deve esserci un punto d’inizio e un punto d’arrivo, che può anche essere temporaneo. Infatti, magari hai iniziato a studiare tedesco perché ti sei trasferito in Germania, Austria o Svizzera e volevi integrarti. Poi magari ci hai preso gusto e, quando inizi a sentirti integrato, incominci a studiare tedesco perché vuoi sfidare te stesso. E la cosa si può continuare all’infinito.

 

Studiare tedesco (o qualsiasi altra lingua) è molto simile al dire oggi sono a Torino e domani voglio essere a Roma.

 

Sia che tu conosca a memoria la strada sia che sia la prima volta che fai un viaggio simile, molto probabilmente imposterai il navigatore della tua auto. In tal modo, quindi, potrai sapere qual è la strada corretta e saprai subito se c’è traffico sul tuo percorso.

 

Quando imposti il navigatore, esso sa che per esempio tu ti trovi a 45°4’41″16 N (questa la latitudine di Torino secondo Google, http://www.comuni-italiani.it/001/272/clima.html) e che vuoi andare a 41°53′30″ N (la latitudine di Roma secondo Google, https://dateandtime.info/it/citycoordinates.php?id=3169070).

 

Se il navigatore non fosse in grado di ricevere in automatico le informazioni qui sopra, esso non sarebbe in grado di calcolare nessun percorso.

 

La stessa cosa avviene quando si chiede ad un insegnante di tedesco o a qualcuno che parla bene questa lingua di dare dei consigli su come iniziare a studiare il tedesco. Senza la minima idea di dove sei e dove vuoi andare, nessuno sarà in grado di rispondere alla tua domanda.

 

Ed è per questo che, se vuoi dei consigli su come imparare il tedesco, ti pregherei di dirmi se sei proprio all’inizio, se hai già studiato qualcosina oppure se studi già da anni e vuoi perfezionarti. Allo stesso modo ti pregherei di dirmi qual è l’obiettivo che vuoi raggiungere.

 

Solo così mi sarà possibile darti una risposta sensata.

 

 

Qual è il modo migliore per studiare tedesco?

Veniamo ora all’ultima domanda, ovvero:

 

Qual è il modo migliore per studiare tedesco?

 

Così come per quanto riguarda la domanda quanto ci vuole per studiare tedesco?, anche questa domanda è piuttosto personale. Infatti, ciascuno di noi non ha solo dei tempi propri per l’apprendimento, ma anche un proprio metodo di studio.

 

C’è infatti chi ha una memoria visiva e impara leggendo, c’è chi impara attraverso la conversazione e quindi utilizzando nella lingua parlata ciò che ha imparato e chi invece impara scrivendo tante volte.

 

Ma al di là di questi approcci legati alle proprie abilità personali, per studiare tedesco (come per qualsiasi altra lingua) occorre un metodo.

 

E quale metodo dovrei usare, Chiara?

Il metodo ovviamente dipende dai propri obiettivi. E quindi, se studi tedesco per pura passione puoi decidere di concentrarti sulla grammatica e lo studio della letteratura tedesca. Mentre se decidi di studiare tedesco perché vuoi lavorare e integrarti in Germania, allora punterai di più sulla lingua di tutti i giorni e sulla conversazione sul posto di lavoro.

Attraverso il mio blog voglio però aiutare quegli italiani (in Germania o in Italia) che desiderano studiare tedesco e/o trasferirsi in Germania. E quindi, nel presente paragrafo rispondo alla domanda qual è il modo migliore per studiare tedesco? tenendo conto questo target di persone.

 

In base a questo, a mio avviso, il modo migliore per imparare il tedesco è un metodo che:

1. Tenga conto delle diversità e delle somiglianze (a livello grammaticale, ma anche a livello semantico) tra la lingua tedesca e la lingua italiana (e se possibile anche di altre lingue che si sono studiate);
2. Presenti la lingua tedesca NON come uno standard monolitico, ma come l’insieme di più varietà standard;
3. Mostri agli studenti la lingua REALMENTE parlata.

 

Ciò significa quindi che, secondo me, il metodo migliore per studiare tedesco è COMPARATIVO (= il tedesco viene messo a confronto con l’italiano e/o altre lingue) e PLURICENTRICO (come avrai capito leggendo i miei articoli, il tedesco parlato in Germania è diverso da quello di Austria e Svizzera).

 

L’ultimo punto (il pluricentrismo) non è stato scelto a caso. Infatti, durante uno studio da me condotto per la mia tesi di dottorato, ho potuto constatare che gli attuali libri di tedesco tendono a presentare quasi esclusivamente la varietà di tedesco parlata in Germania, dimenticando così le altre varietà di tedesco.

 

E quindi, se uno vuole studiare tedesco per trasferirsi in Germania, Austria o Svizzera, gli attuali libri di tedesco non ti aiutano molto…

 

Bene, Chiara, ma come si può mettere in pratica il tuo metodo?

A livello pratico, significa che:

1. Studi su materiale autentico, ovvero utilizzando articoli di giornale, libri, trasmissioni TV, ecc.;
2. Utilizzi materiale proveniente da più Paesi di lingua tedesca;
3. Se per es. sai che in italiano il passato prossimo dei verbi riflessivi si fa con il verbo essere, mentre in tedesco il Perfekt si fa con il verbo haben, ti ricorderai più facilmente di questa differenza e farai meno errori.

 

Il risultato è quindi quello che puoi vedere nell’articolo I verbi in tedesco al tempo presente: guida definitiva.

 

Sicuramente, questo metodo non andrà bene per tutti. Ma a mio avviso, se vuoi studiare tedesco per trasferirti in Germania / Austria / Svizzera, questo è il metodo migliore.

 

E tu, cosa ne pensi? Ci vediamo nei commenti.

Cerca
Ti è piaciuto questo articolo? Ringrazia Chiara e offrile un caffé
Potrebbe interessarti anche...
Chi sono
Collaborazioni

Recentemente ho iniziato a collaborare con il blog Donne che Emigrano all’estero in qualità di Resident Editor.

Vai Agli Articoli

Ti è piaciuto questo articolo? Ringrazia Chiara e offrile un caffé

91 commenti su “Imparare il tedesco: alcuni consigli pratici”

  1. Excellent post but I was wondering if you could write a litte more on this topic?

    I’d be very thankful if you could elaborate a little bit more.

    Thank you!

    Rispondi
  2. We are a bunch of volunteers and starting a new scheme
    in our community. Your web site provided us with useful information to work
    on. You have done an impressive process and our whole community will be grateful
    to you.

    Rispondi
  3. Hello there! This blog post could not be written any better!
    Looking through this post reminds me of my previous roommate!
    He constantly kept talking about this. I am going to send this post to
    him. Pretty sure he will have a very good read.

    Thank you for sharing!

    Rispondi
  4. Its like you read my mind! You seem to grasp so much about this, like you wrote the ebook in it or something.
    I believe that you just can do with some percent to drive the
    message home a little bit, however other than that, this is
    wonderful blog. A fantastic read. I will certainly be back.

    Rispondi
  5. It’s a shame you don’t have a donate button! I’d without a doubt donate to this brilliant blog!
    I suppose for now i’ll settle for bookmarking and adding your RSS feed
    to my Google account. I look forward to fresh updates and
    will share this website with my Facebook group. Talk soon!

    Rispondi
  6. Hello, Neat post. There’s an issue with your website in internet explorer, could
    test this? IE still is the marketplace chief and a big section of folks will miss your excellent writing
    due to this problem.

    Rispondi
  7. Hello excellent website! Does running a blog such as this take a great deal
    of work? I’ve absolutely no knowledge of coding but I was hoping to start my own blog
    soon. Anyway, if you have any recommendations
    or tips for new blog owners please share. I know this is off subject but I just wanted to ask.
    Thanks!

    Rispondi
  8. I have been exploring for a little for any high quality articles or weblog posts in this kind
    of area . Exploring in Yahoo I finally stumbled upon this website.
    Studying this information So i’m glad to show that I have an incredibly just right uncanny feeling I came upon exactly what I needed.
    I so much without a doubt will make certain to
    do not overlook this website and provides it
    a glance regularly.

    Rispondi
  9. Simply desire to say your article is as astonishing. The clarity on your submit is just excellent and i can suppose you’re knowledgeable
    in this subject. Well with your permission allow me to seize
    your feed to stay up to date with forthcoming post.
    Thanks 1,000,000 and please carry on the enjoyable work.

    Rispondi
  10. Neat blog! Is your theme custom made or did you
    download it from somewhere? A theme like yours with a few simple adjustements would really
    make my blog shine. Please let me know where you got your design. Bless
    you.

    Rispondi
  11. This is really interesting, You’re a very skilled blogger.
    I have joined your rss feed and look forward to seeking more of your fantastic post.
    Also, I have shared your web site in my social networks!

    Rispondi
  12. Terrific work! This is the kind of info that are meant to be shared around the net.
    Disgrace on Google for not positioning this publish higher!

    Come on over and seek advice from my web site .

    Thanks =)

    Rispondi
  13. I’m truly enjoying the design and layout of your website.
    It’s a very easy on the eyes which makes it much more enjoyable
    for me to come here and visit more often. Did you hire
    out a designer to create your theme? Superb work!

    Rispondi
  14. Thanks for the marvelous posting! I seriously enjoyed reading it, you may be a great author.I will remember to bookmark your blog and
    will often come back later in life. I want to encourage one to continue your
    great writing, have a nice morning!

    Rispondi
  15. I am really inspired with your writing talents and also with the layout
    for your weblog. Is that this a paid subject matter or did you
    customize it yourself? Either way keep up the nice high quality writing, it’s
    uncommon to look a nice weblog like this one these days..

    Rispondi
  16. Its like you read my mind! You appear to know so much
    about this, like you wrote the book in it or something.
    I think that you can do with a few pics to drive the message home
    a little bit, but instead of that, this is wonderful blog. A
    fantastic read. I will definitely be back.

    Rispondi
  17. Can I simply say what a comfort to uncover somebody that really
    understands what they are talking about on the
    internet. You certainly know how to bring a problem to light and make
    it important. More and more people must read this and understand this side of the
    story. It’s surprising you’re not more popular since
    you definitely possess the gift.

    Rispondi
  18. You could definitely see your skills within the work you write.
    The arena hopes for more passionate writers such as
    you who are not afraid to mention how they believe.
    At all times go after your heart.

    Rispondi
  19. I blog quite often and I seriously thank you for your information. The
    article has really peaked my interest. I will take a note of your site and keep checking for new details about
    once per week. I subscribed to your RSS feed as well.

    Rispondi
  20. Great post however , I was wanting to know if you
    could write a litte more on this subject? I’d be very thankful if you could elaborate a little bit further.
    Bless you!

    Rispondi
  21. Great post. I was checking constantly this blog and I am impressed!
    Extremely helpful info particularly the last part 🙂 I care for such information a lot.
    I was seeking this certain information for a very long time.
    Thank you and best of luck.

    Rispondi
  22. Hey! This post couldn’t be written any better! Reading this post reminds me of my old room
    mate! He always kept talking about this. I will forward this post to him.

    Pretty sure he will have a good read. Thanks for sharing!

    Rispondi
  23. Fantastic goods from you, man. I have have in mind your stuff prior to and you are just too fantastic.

    I really like what you have acquired here, certainly like what you are saying and the way in which wherein you say it.
    You are making it entertaining and you still care for to keep it wise.
    I can’t wait to read far more from you. That is really a great site.

    Rispondi
  24. Good day! This is kind of off topic but I need some guidance from an established blog. Is it tough to set up your own blog? I’m not very techincal but I can figure things out pretty quick. I’m thinking about making my own but I’m not sure where to start. Do you have any ideas or suggestions? Many thanks|

    Rispondi
  25. I’m not that much of a online reader to be honest but
    your sites really nice, keep it up! I’ll go ahead and bookmark your website to come back later on. All the
    best

    Rispondi
  26. you are in reality a good webmaster. The site loading velocity
    is incredible. It kind of feels that you’re doing any distinctive trick.
    Furthermore, The contents are masterpiece. you’ve performed a great task on this matter!

    Rispondi
  27. What i don’t understood is in truth how you’re not really
    much more smartly-favored than you might be right now. You
    are very intelligent. You recognize thus considerably in terms of this subject,
    produced me in my view consider it from a lot of numerous
    angles. Its like men and women aren’t involved until it’s one thing to accomplish with Girl gaga!
    Your own stuffs outstanding. Always care for it up!

    Rispondi
  28. I am really enjoying the theme/design of
    your web site. Do you ever run into any web browser compatibility problems?
    A small number of my blog visitors have complained about my
    website not working correctly in Explorer but looks great in Chrome.
    Do you have any solutions to help fix this problem?

    Rispondi
  29. That is very fascinating, You’re an overly skilled blogger.

    I’ve joined your feed and look ahead to in quest of more of
    your excellent post. Also, I’ve shared your website in my social networks

    Rispondi
  30. I simply couldn’t go away your web site
    prior to suggesting that I actually enjoyed the usual information a person provide to your
    visitors? Is gonna be again steadily in order to investigate cross-check new posts

    Rispondi
  31. Make sure to drink this potent Japanese Tonic before 10AM to melt twice as much fat as 1 hour on a joint-destroying treadmill. In fact, some folks are losing up to 33 lbs of clogged fat in just 30 days by simply drinking this tonic daily before 10am.

    Rispondi
  32. Hi there would you mind letting me know which hosting
    company you’re working with? I’ve loaded your blog in 3 different browsers
    and I must say this blog loads a lot faster then most.
    Can you recommend a good web hosting provider
    at a reasonable price? Thank you, I appreciate it!

    Rispondi
  33. Excellent blog here! Also your website loads up very fast!

    What host are you using? Can I get your affiliate link to your host?
    I wish my site loaded up as fast as yours lol

    Rispondi
  34. Definitely consider that which you stated. Your favorite reason appeared to be at the web the simplest factor to
    take into accout of. I say to you, I definitely get irked while other people consider concerns that they plainly do not
    recognize about. You controlled to hit the nail upon the highest as well as
    outlined out the whole thing without having side effect , other folks could take
    a signal. Will likely be again to get more. Thank you

    Rispondi

Lascia un commento

Hai delle domande o delle proposte?
Hot stuff
inside!

Il seguente articolo è un contenuto premium.
Inserisci qui la tua e-Mail per continuare a leggere.

small_c_popup.png
Entra in "Vita in Germania e lingua tedesca | Chiara Scanavino"

Il gruppo “Vita in Germania e lingua tedesca | Chiara Scanavino” è il gruppo privato di Facebook per gli italiani che vogliono imparare il tedesco e/o trasferirsi in Germania.

Qui troverai:

  • confronto con altri italiani che imparano il tedesco o si sono trasferiti in Germania
  • esercizi di grammatica, vocabolario e ascolto per i livelli A1, A2 e B1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue (QCER) ogni 2-3 giorni
  • articoli su alcuni aspetti della vita quotidiana in Germania e della lingua tedesca.
 

È GRATUITO! Entra ora!