Studiare il tedesco è difficile? Ecco la mia opinione

studiare tedesco è difficile?
Uno dei luoghi comuni più noti è "studiare il tedesco è difficile". Scopri qui perché si tratta di uno stereotipo falso e come lo studio può diventare più semplice.
Condividi con i tuoi amici
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Tabella dei Contenuti

Studiare tedesco è difficile? Sfatiamo un luogo comune…

Quante volte l’hai sentito dire: studiare tedesco è difficile!

Questa frase ha sicuramente un fondo di verità. Ma si tratta di un luogo comune che occorre qui sfatare. Infatti, è scientificamente dimostrato che l’apprendimento di una lingua dipende da diversi fattori. L’apprendimento dipende infatti anche da:
  1. l’atteggiamento verso una nuova lingua o cultura (es. i nostri pregiudizi);
  2. la mancanza di fiducia verso le nostre capacità (autostima);
  3. la paura del giudizio da parte degli insegnanti e/o degli altri studenti. 

Pertanto occorre mettere da parte i pregiudizi, soprattutto se vuoi trasferirti in Germania per lavoro. Perché? Trasferirsi in Germania senza tedesco può avere anche gravi conseguenze legali.

È davvero così difficile studiare tedesco?

Se fare una determinata cosa è facile o difficile dipende poi da cosa sai già.

Prendiamo il caso del cinese. Se sei europeo, per te sarà molto più difficile imparare il cinese. Al contrario, se sei un giapponese o un coreano sarà più semplice. Perché? Perché il giapponese o il coreano sono molto più simili al cinese. Lo stesso discorso vale anche per il tedesco.

Da considerare è poi l’età. Perché? Perché ovviamente i bambini fino ai 12 anni fanno molta meno fatica di un adulto.

Studiare tedesco è difficile? Ecco gli ingredienti necessari per imparare il tedesco con successo.

Ma quindi, Chiara, studiare tedesco è davvero così difficile? La mia risposta è: NI. Infatti, il tedesco è difficile se:

  1. ti fai prendere dal panico di non ricordare o di sbagliare;
  2. sei troppo perfezionista e pensi di parlare subito il tedesco senza errori;
  3. ti manca la costanza e alla prima difficoltà molli subito tutto.

Se però sarai costante e ti metterai d’impegno, vedrai che anche i tedeschi ti capiranno. È solo una questione di superare sé stessi. Quando avrai preso confidenza con te stesso, vedrai che tutto volgerà al meglio.

Ciò però non significa che il tedesco non abbia le proprie sfide. Infatti, alcuni argomenti (es. gli articoli) vanno necessariamente studiati a memoria.

Come però ricorda anche Giulia di Studionavivo,

qualche volta anche i tedeschi hanno problemi con il tedesco, per esempio gli anziani che hanno imparato il tedesco prima della riforma ortografica del 1996 (Rechtschreibreform). La riforma di quell’anno e le successive hanno costretto queste persone a scrivere in maniera diversa da ciò che avevano imparato, con la conseguenza che adesso fanno “errori”. Almeno assumendo come errore tutto ciò che non è conforme all’attuale riforma.

[…] Un altro motivo, per cui i tedeschi fanno errori è, insieme ad un livello culturale non troppo elevato, che molte persone al computer fanno uso dicorrettori automatici e suggeritori.

Cosicché il livello di attenzione è basso in quanto il pc comunque correggerà gli errori che facciamo. https://www.studio-navivo.de/it/impara-il-tedesco-online/deutsche-sprache-schwere-sprache-2/

Tuttavia, per esperienza personale, so bene che la cosa non è così semplice. La questione ortografica del 2006 è certamente uno dei motivi degli errori. Ma essa non è l’unico motivo.

Infatti, ci sono forme dialettali che sono entrate nella lingua comune. E ciò sia nello scritto e sia nel parlato.

Pertanto, potrete vedere tedeschi laureati che dicono der einzigste al posto di der einzige (it. “l’unico”) o che scrivono wegen dem Regen anziché wegen des Regens (it. “a causa della pioggia”).

Almeno in apparenza, quindi, anche per i tedeschi studiare tedesco è difficile.

I modi per rendere il tedesco un po’ meno difficile

Ma almeno esiste un modo per rendere lo studio del tedesco un po’ più semplice?

Certo che esiste. Un modo sicuramente molto valido è quello di studiare un po’ di latino. Perché? Se guardi, infatti, vedrai che il tedesco e il latino sono molto simili. Pertanto, se hai già imparato un po’ di latino sarai avvantaggiato.

E se io non ho mai studiato latino? Sono spacciato?

No, assolutamente! Tuttavia devi assolutamente migliorare le tue capacità di ragionamento logico.

Perché? Perché il tedesco è una lingua che lascia ben poco al caso. Rispetto all’italiano, il tedesco ha molte meno eccezioni, soprattutto nei verbi. Inoltre, i verbi, anche se irregolari, presentano una certa regolarità nella coniugazione. Ciò facilita quindi molto la loro memorizzazione.

Per questo motivo è bene allenare le proprie capacità di ragionamento.

Puoi farlo anche in modo divertente, come per esempio facendo le parole crociate o il sudoku. Come mai? Con questi giochi devi assolutamente focalizzare la tua attenzione. E quindi impari a ragionare.

Studiare tedesco è davvero difficile?!

E tu cosa ne pensi? Commenta qui sotto le fonti del testo!

Bibliografia

Coonan, M. C. (2011): La motivazione nella didattica delle lingue: la dimensione culturale in Bruna di Sabato e Patrizia Mazzotta, Linguistica e didattica delle lingue e dell’inglese contemporaneo. Studi in onore di Gianfranco Porcelli, Lecce, Pensa Multimedia Editore, pp. 45-58. https://iris.unive.it/handle/10278/23584#.XGV3b1xKiUk

De Marco, Anna (2000): Manuale di glottodidattica: Insegnare una lingua straniera. Roma: Carocci Editore. http://www.carocci.it/index.php?option=com_carocci&task=schedalibro&Itemid=72&isbn=9788843017232

76 / 100
Cerca
Ti è piaciuto questo articolo? Ringrazia Chiara e offrile un caffé
Potrebbe interessarti anche...
Chi sono
Collaborazioni

Recentemente ho iniziato a collaborare con il blog Donne che Emigrano all’estero in qualità di Resident Editor.

Vai Agli Articoli

Ti è piaciuto questo articolo? Ringrazia Chiara e offrile un caffé

3 commenti su “Studiare il tedesco è difficile? Ecco la mia opinione”

  1. Ciao Chiara,

    dal 18 marzo sto imparando tedesco autonomamente con un (devo dire davvero OTTIMO) manuale della Zanichelli (“Impara il tedesco con Zanichelli” appunto).
    Per me non è stato per nulla difficile arrivare alla fine della 18esima unità (sono 23 in totale, ho quasi finito), impegnandomi giornalmente (ho fatto solo una pausa di 3-4 giorni dopo le prime 11 unità). Il manuale parte dalla base (A1) e a detta sua arriva fino ad un livello B2.

    Detto ciò, devo dire che è fondamentale anche non farsi prendere dall’ansia di non farcela a tenere un ritmo prestabilito in modo ferreo, perché in ogni caso il cervello ha un suo tempo per assimilare ciò che si sta apprendendo ed è inutile apprendere cose sopra ad altre cose che però non si sono ancora assimilate per bene. HIC ET NUNC dunque..

    Poi nel mio caso la conoscenza dell’inglese e del russo mi sta aiutando moltissimo in maniera subdola perché “la logica” di alcune strutture della lingua tedesca è molto simile a quella della lingua russa e a volte trovo vicinanze semantiche e ortografiche nel trio di queste lingue (più qualcosina con il latino ovviamente). Quindi la conoscenza di altre lingue può aiutare.

    Inoltre, ci sono in tutto il mondo poliglotti, persone che apprendono lingue per il puro piacere di parlare in lingue diverse e con persone di altre nazionalità e hanno escogitato e provato svariati metodi, internet ne è pieno di testimonianze in merito (esempio italiano Luca Lampariello). – Imparare lingue non è difficile, se pensi che non è difficile e cerchi di imparle.

    Ad oggi a livello pratico posso dire che se mi capita davanti un testo in tedesco (chiaro dipende dal livello richiesto per il registro linguistico e i vocaboli specifici a seconda del tema e del contesto…) comincio a leggerlo con una sensazione BEN DIVERSA rispetto a prima, e inizio a comprendere talvolta in modo immediato ciò che è scritto. Poi la cosa dipende dagli obiettivi personali eventualmente ma tutto questo sproloquio (sorry XD) è per testimoniare che… imparare il tedesco NON è difficile (per me 😀 ).

    Poi ci sarà qualcuno per il quale imparare il tedesco può essere difficile. Dipende… ma saranno fatti suoi ^^’

    Auf Wiedersehen!

    Rispondi
    • Ciao, Arkadij!

      Grazie mille per la tua preziosa testimonianza!
      Sono contenta che per te il tedesco non sia difficile…
      Io ho studiato tedesco sia al liceo e sia all’università e purtroppo (nella mia esperienza) una della prime cose la gente ti chiede quando gli dici che studi tedesco è che “perché studi il tedesco, una lingua così difficile?”

      Rispondi
  2. I really like your blog.. very nice colors & theme.
    Did you create this website yourself or did you hire someone to do it for you?
    Plz reply as I’m looking to create my own blog and would like
    to know where u got this from. appreciate it

    Rispondi

Lascia un commento

Hai delle domande o delle proposte?
Continue in browser
Chiara Scanavino
To install tap
and choose
Add to Home Screen
Continue in browser
Chiara Scanavino
To install tap Add to Home Screen
Add to Home Screen
Chiara Scanavino
To install tap
and choose
Add to Home Screen
Continue in browser
Chiara Scanavino
To install tap
and choose
Add to Home Screen
Continue in browser